Silvio Berlusconi, abbiamo dimenticato chi è. Questo è il punto

Silvio Berlusconi, abbiamo dimenticato chi è. Questo è il punto
Docente di Storia e Filosofia

Profilo blogger

.
Le interviste a Berlusconi nel dopo-elezioni sono particolari e decisamente sdraiate: “Rieccomi” – dice al Corriere – “guiderò la campagna elettorale”. Vero. Osserviamo che era “scomparso” perché cacciato dal Parlamento italiano. Bisogna sempre ricordare chi è l’uomo che finge di amare i cani e porta in giro il “sosia” di Dudù. B. è tornato conquistando – col centro-destra unito – Genova, Pistoia, La Spezia, Piacenza, eccetera, e spargendo veleni: qualche giorno fa ha detto: “Grillo come comico era formidabile. Peccato che voleva sempre essere pagato in nero”. Colpisce l’uso delle parole: Grillo può fare “solo” il comico. C’è disprezzo. L’arte della politica, per il Caimano, appartiene agli uomini del fare. Vediamo da vicino dunque l’uomo del fare, nel dopo-elezioni che festeggia smemoratezza e malafede.
.

Innanzitutto: come ha fatto la sua fortuna il Caimano? La domanda è necessaria, visto che parliamo di un corruttore pluriprescritto e un frodatore condannato; necessaria proprio perché nei salotti televisivi e nelle interviste sdraiate, del “come” – quando si tratta di B. – non si discute mai, si scherza sulle sue battute, come ai tempi di Andreotti: viviamo in un eterno “Bagaglino”. Il pregiudicato fa il simpatico (“Di Trump mi piace la moglie”) e la tv amplifica: deve apparire amabile, in nome del Nazzareno. A questo siamo. La complicità (“dei-media-al-servizio”) ha pesato – insieme a molto altro – nell’ennesima rinascita elettorale dell’ex cavaliere. Abbiamo dimenticato chi è B. Questo è il punto.

Lui non si dimentica invece d’essere il Caimano ed usa contro Grillo la stessa potenza di fuoco e le stesse menzogne utilizzate contro la sinistra: “Il successo dei grillini è il fallimento della politica. Io considero pericolosissimi i Cinquestelle ma ho massimo rispetto per chi li vota (…) a quegli elettori abbiamo il dovere di proporre una diversa qualità dell’offerta politica, basata su persone oneste e credibili”. Proprio così. Il Caimano parla di onestà e credibilità. In un’altra intervista afferma: I grillini? “Sono loro i professionisti della politica, perché vivono dell’indennità parlamentare.” Demagogia. Eppure, quest’immondizia trova ascolto.

continua a leggere qui

https://st.ilfattoquotidiano.it/wp-content/uploads/2013/10/Dudu-non-mi-abbandonare.jpg

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...